Poste Italiane S.p.a: approvato il nuovo CCNL



Sciolta la riserva sul nuovo CCNL 2021-2023 per i dipendenti dele Poste Italiane


Significativi i risultati ottenuti sulla parte economica. Definitivo un emolumento di 1700 euro, da liquidare in un’unica soluzione con le competenze del prossimo mese di luglio. La cifra verrà così ripartita:
– 900 euro a titolo di vacanza contrattuale relativa all’anno 2020;
– 800 euro quale anticipazione sui miglioramenti contrattuali relativi dell’anno 2021.
Pattuito altresì un incremento mensile di 110 euro, di cui 90 euro riversati sui minimi tabellari e 20 euro sui ticket restaurant.


Arretrati Anno 2020
Le somme sopra indicate verranno corrisposte, a titolo di vacanza contrattuale per l’anno 2020, esclusivamente al personale con contratto a tempo indeterminato in servizio alla data di sottoscrizione del presente CCNL. Tali somme saranno corrisposte nella misura di 1/12 per ogni mese di servizio o frazione di esso superiore a 15 giorni, prestato nel suddetto periodo. Null’altro è dovuto a titolo di vacanza contrattuale. L’erogazione delle suddette somme avverrà con le competenze del mese di luglio
























Livelli professionali

Anno di riferimento 2020

A1 1.193,38
A2 1.083,46
B 957,31
C 900,00
D 869,06
E 796,69
F 734,75


Anticipo  futuri aumenti contrattuali
Le somme verranno corrisposte  verranno corrisposte a titolo di futuri aumenti contrattuali e saranno corrisposti esclusivamente al personale assunto a tempo indeterminato in servizio al 23/6/2021.  L’erogazione delle suddette somme verrà erogata con le competenze del mese di luglio 2021
























Livelli professionali

Anno di riferimento 2021

A1 1.060,78
A2 963,08
B 850,94
C 800,00
D 772,50
E 708,17
F 653,11


AUMENTI MENSILI DEI MINIMI TABELLARI































Livelli professionali

01/07/2022

01/07/2023

Al 63,64 55,69
A2 57,77 51,49
B 51,05 46.68
C 48,00 42,00
D 46,34 40,56
E 42,48 37,18
F 39,18 34,29


Da Luglio 2022 rivalutazione ticket di 10 euro mensili pari a 0,50 centesimi al giorno Da Luglio 2023 rivalutazione ticket di 10 euro mensili pari a 0,50 centesimi al giorno.
Si è mantenuto intatto l’intero impianto normativo, implementandolo di ulteriori avanzamenti, oltre a respingere i tentativi di arretramento su istituti fondamentali, si è riusciti ad apportare integrazioni importanti in tema di: rapporto di lavoro Part Time, considerato il ricorso sempre più frequente a tale modalità.
In materia di Contratti a Tempo Determinato, valutate adeguatamente gli ingenti flussi di giovani che accedono ogni anno a tale formula assunzionale. Sancito inoltre il principio della buona occupazione, a sostegno delle politiche di stabilizzazione del lavoro precario.
Sono stati recepiti gli accordi aziendali sul Lavoro Agile, consapevoli degli oramai indubbi vantaggi ad esso correlati, focalizzando linee di sviluppo anche in prospettiva dell’uscita dalla crisi pandemica e alla conseguente cessazione della decretazione d’urgenza del Governo.
Novità importanti sono state introdotte in tema di ferie (fruizione frazionata delle stesse), di trasferimenti (riduzione delle distanze per i trasferimenti involontari), di festivi (migliorata la parte economica connessa alla doppia coincidenza).
Sono stati mantenuti inalterati i trattamenti previsti in caso di malattia, nonostante i ripetuti tentativi di revisione in peius del comporto e di introduzione dell’istituto della carenza (non remunerazione dei primi tre giorni di malattia di ogni singolo evento). Incrementato il novero delle gravi patologie, in riferimento alle quali l’attuale normativa rafforza l’impianto delle tutele.